Come uno sviluppatore di criptovalute ha simulato un ecosistema DeFi

20220815_solana_defi

I fratelli Macalinao hanno usato una rete di identità fasulle per creare l'illusione di una comunità di sviluppatori, facendo leva sul protocollo Saber e sulla blockchain Solana. Ora si trasferiscono ad Aptos.

L'utente di criptovalute noto come Saint Eclectic sentiva qualcosa di strano in Sunny Aggregator.

Sunny è stata l'ultima applicazione di finanza decentralizzata (DeFi) ad approdare su Solana durante l'infuocata corsa della blockchain della scorsa estate, quando il suo token nativo è balzato di cinque volte. All'inizio di settembre Sunny aveva appena due settimane di vita, ma miliardi di dollari in criptovalute stavano inondando queste farms di rendimenti.

Tuttavia, Saint e altri avevano delle domande: Chi c'era dietro Sunny? Perché il suo sviluppatore, un certo "Surya Khosla", era pseudonimo? La sua base di codice era stata controllata? Il denaro degli utenti sarebbe stato al sicuro?
"Non c'era alcuna indicazione su chi fosse Surya", ha ricordato di recente Saint, "così molti utenti non si sentivano a proprio agio" nell'inserire le loro criptovalute.

I loro sospetti si sono rivelati preveggenti. 

CoinDesk ha scoperto chi era Surya: Ian Macalinao, l'architetto capo di Saber, un exchange di stablecoin costruito sulla base di Solana. A sua volta, ha costruito Sunny Aggregator su Saber.


Codificando come 11 sviluppatori apparentemente indipendenti, Ian, un ventenne mago dei computer del Texas, ha creato una vasta rete di protocolli DeFi interconnessi che hanno proiettato miliardi di dollari di valore doppio sull'ecosistema Saber. Questo ha temporaneamente gonfiato il valore totale bloccato (TVL) su Solana, mentre la rete correva verso il suo apice lo scorso novembre. I fedeli della DeFi considerano il TVL come un barometro dell'attività sulla catena.

"Ho ideato uno schema per massimizzare il TVL di Solana: avrei costruito protocolli che si sovrapponevano l'uno all'altro, in modo che un dollaro potesse essere contato più volte", ha scritto Ian in un post mai pubblicato sul blog esaminato da CoinDesk. Il post è stato preparato il 26 marzo, tre giorni dopo che Cashio, uno dei protocolli costruiti in segreto da Ian, ha perso 52 milioni di dollari in un hack.
Persone vicine alla questione hanno confermato l'autenticità della bozza.

Lo stratagemma di Ian ha funzionato per un po'. Secondo i suoi calcoli, Saber e Sunny comprendevano 7,5 miliardi di dollari dei 10,5 miliardi di dollari del TVL di Solana al loro picco. (Miliardi di questi dollari sono stati conteggiati due volte tra i suoi due protocolli).

Ian parlando di un periodo in cui la valuta nativa di Solana era scambiata a 188 dollari ha dichiarato:


"Credo che abbia contribuito alla drammatica ascesa di SOL"

---

Il TVL della rete Solana ha continuato a crescere anche dopo che l'ecosistema Saber ha iniziato a perdere colpi a metà settembre 2021, raggiungendo i 15 miliardi di dollari intorno al 9 novembre, secondo il fornitore di dati DeFiLlama, mentre il TVL di Saber era ormai sceso del 64%.
Ian ha disdegnare questa "metrica di vanità"; e ha affermato : 

"mi ha dato fastidio che il TVL di Ethereum fosse molto più alto" di quello di Solana, perché i progetti DeFi su Ethereum sono "impilati" per contare due volte i depositi, Volevo creare un sistema molto simile a questo. Se lo stesso team costruisse ogni protocollo, il TVL sarebbe sciocco come metrica. Così ho creato più profili anonimi"

--

Ian ha indossato 11 maschere

In pubblico, Ian e suo fratello Dylan chiamavano i loro personaggi anonimi "amici" o "amici di amici". Il loro club di codificatori "Ship Capital" in quanto, se un ecosistema è costruito da poche persone, non sembra autentico. Per questo motivo ha fatto sembrare che  molte persone stessero costruendo un protocollo.  I Macalinao volevano che gli altri protocolli di crittografia diventassero così dipendenti da Saber e che il suo fallimento avrebbe portato al collasso dell'intero sistema.

Dylan, l'1° ottobre 2021 ha dichiarato:

"Tra l'altro questa è la strategia di 200 IQ [Saber Labs], ma pochi la capiscono"


Sybil Attack
Ci sono validi motivi per rifugiarsi negli pseudonimi. Gli "anons" armati di Ian, tuttavia, hanno messo in atto qualcosa di simile a un "attacco Sybil" che abusa della fiducia degli utenti di crittografia. 
Un attacco Sybil è quando un computer in una rete usa identità false per ottenere un'influenza sproporzionata sull'intera rete
A maggio i Macalinao hanno pubblicato "Saber Public Goods" per diffondere il prolifico codice del "Saber team" in tutta Solana. Otto degli 11 progetti segreti di Ian vi compaiono. La loro divulgazione è muta per quanto riguarda gli anons e il loro master. Non compaiono nemmeno Sunny e Cashio, i cui token sono implosi.


Questa vicenda insegna come il mondo delle cripto è ancora giovane e pieno di bug : un singolo sviluppatore ventenne Texano, creando 11 identità anonime, potrebbe essere stato in grado di pompare il prezzo di SOL ai massimi storici 

×
Stay Informed

When you subscribe to the blog, we will send you an e-mail when there are new updates on the site so you wouldn't miss them.

NFT#11 | Piattaforma di monetizzazione per Content...
NFT #10 | NFTiff, Tiffany & CryptoPunks il Grandis...

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli

 

Commenti

Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento
Già registrato? Login qui
Ospite
Martedì, 04 Ottobre 2022