Bitcoin e Criptovalute: il problema del consumo energetico e il suo impatto ambientale

gold-g31287e75e_1920
Il Parlamento europeo sta per avanzare una versione del disegno di legge sui Crypto Assets. Ci sono varie speculazioni sul fatto che in futuro renderanno illegali tutte le criptovalute che utilizzano il sistema prof of work. il motivo principale è perché durante i loro processi, al fine di eseguire i complessi calcoli, consumino troppa energia. Ma la verità è fondamentalmente un'altra. Il consumo al momento è quasi trascurabile, quello che spaventa è l'interesse delle persone a questa forma di società decentralizzata.

Infatti se facciamo un passo indietro e guardiamo a livello globale, le società privilegiate, sviluppate e libere rappresentano solo il 20% della popolazione mondiale. Dall'attuale popolazione mondiale di 7,9 miliardi, solo 1,4 miliardi di persone hanno accesso ai principi fondamentali di una democrazia liberale: libertà di espressione e di credo, proprietà privata e un sistema economico relativamente stabile.


Le criptovalute aiutano ad affrontare la mancanza di libertà economica

Il resto della popolazione mondiale vive in società parzialmente libere o sotto qualche forma di autoritarismo, con poca o nessuna eguale protezione dei diritti umani, delle libertà civili e delle libertà politiche ed economiche. Le criptovalute affrontano fondamentalmente tutti questi temi. A livello globale ci sono 1,2 miliardi di persone che vivono sotto l'iperinflazione, con molti che usano le criptovalute per rimediare a tale disastro. 

Nelle economie emergenti come Kenya, Vietnam, Venezuela e Brasile, ad esempio, i costi e la burocrazia dei sistemi finanziari legacy, la governance monetaria instabile e la svalutazione della valuta spingono molte persone ad adottare criptovalute per preservare i propri risparmi, inviare e ricevere pagamenti, acquistare beni di prima necessità e svolgere operazioni commerciali. Il Brasile è il paese leader in America Latina per gli utenti di criptovaluta, con 10,4 milioni di persone che riconoscono la criptovalute come uno strumento essenziale di valore economico e sociale per la loro vita.

Con l'avvento delle criptovalute, per la prima volta, le persone che non rientrano nel 20% hanno una scelta. Possono scegliere di partecipare a un sistema economico alternativo che consente una maggiore emancipazione finanziaria e indipendenza. Respingere questa realtà significa sottovalutare il valore economico e sociale delle criptovalute.

Un punto di vista non occidentale


Dobbiamo ricordare questo contesto del valore delle criptovalute nelle società non occidentali quando discutiamo dell'impronta energetica, Le criptovalute infatti utilizzano l'energia per fornire una riserva di valore alternativa, senza confini e decentralizzata. Affinché la crittografia anelli i valori sopraci, deve essere trasparente al resto del mondo. 

Per raggiungere questo obiettivo, il creatore pseudonimo di Bitcoin Satoshi Nakamoto ha inventato la "prof of work", che è un metodo di distribuzione algoritmico che brucia energia per ottenere in cambio nuove criptovalute. Quindi il consumo di energia delle criptovalute non è casuale; ha uno scopo preciso. Inoltre. il fatto che sia distribuita, attraverso il sui ledger (libro mastro) gli permette di non avere un intermediario o alcuna autorità centralizzata.Il loro consumo di energia diventa meno una questione importante per espletare le necessità.

Ad esempio, le asciugatrici domestiche negli Stati Uniti consumano 108 TWh di energia all'anno, mentre Bitcoin consuma 62 TWh all'anno. Il grafico seguente illustra confronti simili con altre utility socialmente accettate, come i data center che ci danno accesso a Netflix e piattaforme di gioco come Playstation, ad esempio.


 
Non c'è stato e non esiste alcun tipo di dibattito morale sull'impatto energetico della refrigerazione domestica o delle asciugatrici, perché svolgono funzioni utili nella nostra vita. La differenza è che le criptovalute non sono ancora diventate uno strumento socialmente accettato che svolge una funzione essenziale, almeno non per coloro che vivono nelle nazioni sviluppate. 

La maggior parte di coloro che scrivono o parlano al dibattito sulla cripto-energia da una prospettiva di mercato privilegiata non sono utenti di questa tecnologia e non ne comprendono lo scopo intrinseco. Ci sono circa 300 milioni di utenti di criptovalute a livello globale e non tutti vivono nelle nazioni sviluppate.

Le criptovalute sono diventate essenziali per molti di coloro che vivono nei paesi in via di sviluppo come Netflix e l'aria condizionata sono diventati per coloro che vivono nei paesi sviluppati.

Si prevede che l'adozione mondiale delle criptovalute raggiungerà mezzo miliardo di utenti entro la fine del 2022. Poiché quel numero continua a crescere e le criptovalute diventano socialmente accettate come uno strumento essenziale per una fiorente civiltà umana, il dibattito sul consumo di energia delle criptovalute si dovrebbe invece orientare verso soluzioni di sostenibilità ambientale.


L'industria delle criptovalute può guidare il cambiamento

Contrariamente ai titoli sensazionalistici, le criptovalute stanno diventando una parte essenziale dello sviluppo di una rete energetica a emissioni zero grazie all'energia rinnovabile.

Ci sono diversi esempi di azioni significative da parte dell'industria delle criptovalute. Il Crypto Climate Accord è un'iniziativa guidata dalla comunità crittografica incentrata sulla decarbonizzazione delle criptovalute entro il 2040, fornendo una maggiore trasparenza sul rispettivo utilizzo di energia rinnovabile o sulla sua mancanza e sull'impatto ambientale.

Il futuro della sostenibilità

Insieme, l'industria delle criptovalute e le innovazioni Web3 possono diventare attori chiave nel promuovere un cambiamento trasparente, verificabile e attuabile verso la sostenibilità ambientale nei modi in cui le istituzioni tradizionali non sono state in grado di farlo. 

Tuttavia, mentre il mondo sviluppato spinge per la sostenibilità, le soluzioni non devono perdere di vista il valore che le criptovalute stanno avendo come strumento essenziale per la libertà finanziaria di milioni di persone che si trovino in Turchia, Palestina, Sudan, Argentina o Iran.

×
Stay Informed

When you subscribe to the blog, we will send you an e-mail when there are new updates on the site so you wouldn't miss them.

NFT #8 | Come rivoluzionare il Commercio con gli N...
Dubai prevede di investire 4 miliardi di dollari n...

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli

 

Commenti

Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento
Già registrato? Login qui
Ospite
Martedì, 04 Ottobre 2022